0

<< La comunità, luogo del Signore, nella testimonianza dei fondatori >>

La dimensione teologale, ossia la partecipazione alla vita trinitaria che si articola nell’amore reciproco fino all’unità, porta con sé un’altra realtà che caratterizza la comunità religiosa: essa diventa luogo della presenza del Signore risorto. È la dimensione cristologica. Mt 28, 20 Mt 18, 20

1. La comunità, luogo del Signore, nella testimonianza dei fondatori
Pacomiani: «Abbiamo grande timore per non essere assolutamente di scandalo — leggiamo sempre nei Regolamenti — nel luogo dove due e tre sono riuniti nel nome di Gesù. Egli infatti è con loro e in mezzo a loro, come ha detto (cf. Mt 18,20)»

Basilio, Agostino di Ippona ,Teodoro Balsamo Giovanni, vescovo di Antiochia Monastero chiostro del Paradiso Beda il Venerabile Aelredo di Rievaulx, Angela Merici, Teresa d’Avila, ad esempio, quando pensa al suo nuovo monastero lo sogna con «Gesù Cristo che avrebbe camminato in mezzo a noi» (Vita 32, 11), come una «dimora dove Dio si diletta… un angoletto di Dio e paradiso delle sue delizie» (Vita 35, 12).

Lo vede, inoltre, come la casa di Betania dove il Signore «Ospite divino viene a dimorare, mangiare e a ricrearsi con noi» (Cammino di Perfezione 17, 5-6). Giovanni Battista de La Salle Giovanni Bosco

Relacionado

comunitacantonuovo.it